Cartomanzia : cosa è ?

Cartomanzia : cosa è ?

La cartomanzia è un metodo di divinazione attuato consultando un mazzo di carte che possono essere normali carte di seme italiano o francese, tarocchi oppure speciali carte illustrate dette Sibille

Un pò di storia

Da dove nasce la cartomanzia ? I primi cenni di cartomanzia si hanno nel Medioevo, infatti le carte da gioco sono state occasionalmente usate a scopo divinatorio, però in maniera differente rispetto alla cartomanzia moderna.

Non si assegnavano alle carte alcun significato ma si limitavano ad utilizzarle come mezzo di scelta casuale.

Dorman Newman pubblicò alla fine del XVII secolo in Inghilterra un mazzo speciale dedicato alle predizioni. Le carte del mazzo di Lenthall (come è ora noto) contenevano il testo della predizione e/o la guida alla pesca di ulteriori carte e in un angolo della carta un seme francese con un numero da 1 a 13 in caratteri romani

In effetti, la cartomanzia ha origini più recenti rispetto ad altre forme di divinazione. Le prime testimonianze certe risalgono al 1770, dove l’autore spiegava l’uso delle normali carte da gioco francesi per predire l’avvenire.

La più famosa cartomante fu Marie Adélaide Lenormand (1768-1843), meglio nota come “Mademoiselle Lenormand”, alla quale, dicono, si rivolgesse Josephine de Beauharnais, più famosa come la prima moglie di Napoleone Bonaparte. Da lei prende nome un particolare mazzo detto Sibille Lenormand, alla cui invenzione comunque non è attribuita a lei.

Il principio della Cartomanzia

Il principio base della cartomanzia, si basa su un motto dell’alchimia : “Come sopra così sotto”, intendendo il “sopra” come il grande universo metafisico, e il “sotto” come la realtà fisica del mondo intorno a noi.

Volendo spiegare in maniera semplificata, le carte estratte, attraverso l’interpretazione dei simboli o delle allegorie in esse contenute e delle posizioni assunte, ci forniscono una buona approssimazione delle conseguenze che derivano dalle nostre scelte attuali ( metodo intuitivo ) o fornirci una indicazione sul cosa bisogna fare o su ciò che comunque accadrà indipendentemente da cosa decidiamo di fare ( metodo sacrale ).

In pratica le carte divinatorie possono essere usate sia per leggere un eventuale futuro sia per svelare, a chi le studia, particolari aspetti di se stesso.

Legislazione attuale

Il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza vieta l’attività di cartomante (vedi articolo 121 ultimo comma (“È vietato il mestiere di ciarlatano”) e l’articolo 231 che classifica l’attività cartomante come “mestiere di ciarlatano”.